Piano regionale amianto

Piano regionale amianto approvato

Piano Amianto; Ottria PD: il Piano amianto è uno strumento fondamentale per il Piemonte e la nostra Provincia. Devono essere stanziate risorse per la bonifica degli edifici pubblici e privati.

Torino, 01/03/2016 – Il Consiglio Regionale del Piemonte ha oggi approvato il ‘Piano regionale amianto’ per gli anni 2016-2020. Il piano affronta l’aspetto ambientale e sanitario della tematica, prevede strategie e azioni per il raggiungimento dell’obiettivo della rimozione quasi totale, entro il 2025, dei manufatti contenenti amianto presenti sul territorio piemontese. È necessario anche prevedere nuovi siti sicuri per lo smaltimento dell’amianto, in modo far fronte ad una domanda sempre più crescente.

È dal 1992 che la Regione ha l’obbligo di adozione di una legge nel merito, ma il primo Piano amianto è stato approvato solamente nel 2001, con un tentativo di aggiornamento nel 2010 andato a vuoto. << Si capisce anche solo da questo dato quanto la Legge approvata da questo Consiglio sia un un grande passo in avanti per il Piemonte – commenta il consigliere Ottria -. Nel merito, questo documento va nella direzione giusta, e ha il pregio di riportare finalmente l’attenzione su un problema di non poca importanza, troppo spesso lasciato in secondo piano>>.

<<L’amianto, nei nostri territori – continua Ottria -, è una ferita ancora aperta: il pericolo è presente in moltissimi edifici pubblici, perfino in ospedali, ed è arrivato anche nelle case dei cittadini; per questo è cruciale far leva sulla sensibilità e sui comportamenti degli stessi, affinché la cultura e la conoscenza del problema siano stimolo per un corretto smaltimento dell’amianto>>.

È opportuno inoltre ricordare che vi sono tantissimi edifici dismessi – sia pubblici che privati – con una forte presenza di amianto, con un grado di pericolosità molto elevato, dovuto alla mancanza di una manutenzione ordinaria in grado di mettere in sicurezza tali edifici, i quali progressivamente tendono ad aumentare il loro degrado.

<<È questo – rivendica Ottria – il tema principale di un ordine del giorno che ho presentato nei giorni scorsi, in cui chiedo alla alla Giunta di impegnarsi ad attivarsi tempestivamente con il Governo nazionale per l’erogazione delle risorse previste da un decreto ministeriale del 2003 per la bonifica di edifici pubblici e privati, e di prevedere nel bilancio dell’anno in corso e di quelli successivi i fondi necessari per la attivazione di nuovi bandi con la stessa finalità.

Ho sottolineato inoltre – continua Ottria – che, per ottenere risultati efficaci, i fondi stanziati non possono rimanere circostanziati ai soli siti di Casale Monferrato e Balangero, ma, a fronte di un loro aumento, devono essere distribuiti in maniera capillare sul territorio>>.

<<È fondamentale anche fare presto – conclude Ottria – : non è solamente una questione ambientale ma anche sanitaria. E la la tutela della salute dei cittadini deve infatti essere sempre al primo posto tra le priorità degli amministratori pubblici>>.

L’ordine del giorno presentato dal consigliere PD è stato approvato all’unanimità, come il provvedimento generale.

image12813945_838409412951099_6401540449173792165_n

Radio Gold

Casale News

Facebook

Gruppo PD Consiglio Regionale Piemonte

Odg intergrale

Walter Ottria

Articoli Correlati

About Author

Connect with Me: