psr

Programma di Sviluppo Rurale per la Regione Piemonte

Programma di Sviluppo Rurale per la Regione Piemonte

Con Decisione CCI 2014IT06RDRP009  del 28 ottobre 2015, la Commissione Europea ha approvato il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) per la Regione Piemonte.

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento attraverso cui ciascuna regione programma e attua le politiche strutturali per lo sviluppo rurale dell’Unione europea, utilizzando le risorse del FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale). Il PSR delinea gli indirizzi di sviluppo delle politiche di innovazione per l’agricoltura e per tutti i settori economici presenti nelle aree rurali, definendo le priorità per l’utilizzo di circa 1 miliardo di euro di finanziamento pubblico, disponibile per il periodo di 7 anni 2014-2020.

Nell’ambito del PSR in totale verranno stanziati 1.093 milioni complessivi.

Il PSR si articola in Priorità Focus area che sono perseguite attraverso delle specifiche Misure.

In particolare il PSR persegue le 6 priorità dell’UE in materia di sviluppo rurale:

  • trasferimento di conoscenze e innovazione
  • competitività dell’agricoltura
  • filiere alimentari e gestione dei rischi
  • ambiente (biodiversità e paesaggi, acque, suoli)
  • cambiamento climatico (efficienza nell’uso delle risorse e riduzione delle emissioni)
  • inclusione sociale e sviluppo delle zone rurali

Le Misure comprendono una serie di interventi, attivati attraverso i bandi, che contribuiscono alla realizzazione di una o più delle Priorità e Focus area sopracitate.

Con il PSR la Regione Piemonte ha attivato 15 Misure che nel loro insieme sono composte da 66 tipi di interventi.

Misure per l’introduzione di innovazioni, per il miglioramento del capitale umano e per la qualificazione delle produzioni

  • Formazione, informazione e scambi interaziendali: 44,5 Meuro (4,1%)
  • Servizi di consulenza alle aziende agricole: 34,0 Meuro (3,1%)
  • Adesione ai regimi di qualità 30,7 Meuro (2,8%)
  • Cooperazione: 35,2 Meuro (3,2%)

Misure di sostegno agli investimenti in agricoltura

  • Investimenti in immobilizzazioni materiali (miglioramento aziende agricole, agroindustria, infrastrutt. agrosilvopastorali, investimenti non produttivi a finalità ambientale): 291,0 Meuro (26,6%)
  • Prevenzione e ripristino danni da calamità naturali: 10,5 Meuro (1,0%)
  • Sviluppo delle aziende agricole (premio giovani e diversificazione): 61,0 Meuro (5,6%)

Misure per investimenti nel settore forestale

  • Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e per il miglioramento della redditività delle foreste: 38,6 Meuro (3,5%)

Misure per lo sviluppo delle zone rurali

  • Servizi di base e rinnovamento dei villaggi (piani di sviluppo e manuali, banda larga, infrastrutture per il turismo rurale, ristrutturazione alpeggi): 89,1 Meuro (8,2%)
  • LEADER: 66,3 Meuro (6,1%)

Misure per pratiche agricole e forestali a favore dell’ambiente e del cambiamento climatico

  • Pagamenti agro‐climatico‐ambientali: 263,3 Meuro (24,1%)
  • Agricoltura biologica: 25,5 Meuro (2,3%)
  • Indennità Natura 2000: 4,8 Meuro (0,4%)
  • Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali (pagamento compensativo per le zone montane): 60,0 Meuro (5,5%)

I primi bandi relativi al PSR 2014-2020 sono stati pubblicati dalla Regione Piemonte . L’elenco dei bandi aperti è disponibile al seguente link: Bandi PSR 2014-2020

Per informazioni: Direzione Agricoltura – Settore programmazione e coordinamento dello Sviluppo rurale e agricoltura sostenibile – E-mail: psr@regione.piemonte.it

Testo Integrale PSR

Allegato Linee Guida

Inserto speciale approfondimento PSR

I miei precedenti articoli in merito: http://www.walterottria.it/1749-2/ – http://www.walterottria.it/psr/

Walter Ottria

Articoli Correlati

About Author

Connect with Me: