PSR

PSR: piano di sviluppo rurale

Il 28 ottobre scorso la Commissione europea ha definitivamente approvato il Piano di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Piemonte per il periodo 2014-2020. I fondi complessivamente stanziati ammontano a un miliardo e 93 milioni di euro, che saranno coperti per il 43% dalla stessa Unione Europea, mentre il restante 57% verrà cofinanziato da Stato e Regione.
La nuova programmazione è volta ad individuare alcuni ambiti e obiettivi specifici su cui investire, insieme agli strumenti per la loro realizzazione. In questo quadro, il PSR del Piemonte ha voluto attivare tutte e sei le priorità previste dal regolamento UE.

Eccole in sintesi:

1. sostegno alla conoscenza e all’innovazione, sarà perseguito attraverso l’implementazione dell’informazione, della consulenza e della cooperazione.

Risorse stanziate: circa il 10% utili ad attivare circa 130 progetti di formazione rivolti a una platea di oltre 30mila agricoltori e selvicoltori.

2. Redditività delle aziende agricole, la competitività dell’agricoltura, l’introduzione di tecnologie innovative e la gestione sostenibile delle foreste. Si prevede di insistere su interventi infrastrutturali , sull’aiuto per l’avvio di attività imprenditoriali per gli agricoltori under 40, sul sostegno di attività extra-agricole (agriturismo e produzione energetica) e sulla trasformazione e commercializzazione dei prodotti forestali.

Risorse stanziate: 25% del totale, volto ad ammodernare 4mila aziende e favorire l’insediamento di 1.200 giovani agricoltori.

3. L’organizzazione della filiera alimentare e la gestione dei rischi nel settore agricolo. L’obiettivo principale è quindi organizzare la filiera al fine di migliorare la competitività delle aziende agricole e la loro capacità di creare e trattenere il valore aggiunto del loro prodotto.

Risorse stanziate: 15% del PSR, per circa 200 imprese..

4. Preservazione, ripristino e valorizzazione della biodiversità, del suolo, del paesaggio e delle risorse idriche. Di questa quarta priorità fanno parte gli aiuti e il sostegno a pratiche agricole che creino vantaggi per l’ambiente e che vadano al di là degli obblighi derivanti dalla normativa in materia.

Risorse stanziate: circa il 33% dell’intero fondo.

5. Uso efficiente delle risorse (acqua ed energia) e a favore di un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima. Sviluppo della zootecnia, investimenti per infrastrutture materiali più performanti e l’imboschimento sono le misure previste in questo quadro.

Risorse stanziate: 9% del PSR

6. L’inclusione sociale e sviluppo economico delle zone rurali. Il principale obiettivo sarà in questo caso l’implementazione dei servizi di base, a partire dalle infrastrutture per la banda ultralarga.

Risorse stanziate: oltre 45 milioni di euro, per coprire oltre il il 10% della popolazione rurale.

LINK UTILI
Testo del PSR e misure d’intervento in dettaglio

Modalità e opportunità della Regione Piemonte nel quadro del PSR 2014-2020

RelatedPost

About Author

Connect with Me: