nuovi bandi

Bandi agosto 2017 – Cultura, turismo, artigianato e sport

Ancora nuovi bandi pubblicati sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del mese di agosto.
Di seguito alcune informazioni utili al riguardo e tutti i link di riferimento.

Settore Cultura: Invito alla presentazione di programmi per la realizzazione di attività svolte dagli Ecomusei.
Lo scopo è quello di recuperare, conservare, valorizzare e trasmettere il patrimonio culturale materiale ed immateriale di un territorio, attraverso la partecipazione delle comunità locali in tutte le loro componenti. L’importo complessivo stanziato dalla Regione è pari a 400.000 Euro.
La domanda deve essere presentata esclusivamente tramite PEC, entro il 20 settembre 2017, dalle Amministrazioni locali e da Associazioni e Fondazioni degli Ecomusei piemontesi.
Clicca qui per saperne di più.

Settore Turismo: domanda di contributo per la promozione delle risorse turistiche.
Lo scopo: realizzazione di azioni di comunicazione e di attività di promo-pubblicità, nell’ambito di manifestazioni e iniziative organizzate nelle località del Piemonte, che valorizzino l’offerta turistica e contribuiscano all’arricchimento del prodotto turistico della regione.
L’importo previsto dalla Regione è di 250.000 Euro.
Le domande possono essere inviate da Enti pubblici o di diritto pubblico del Piemonte, entro il 20 settembre 2017.
Clicca qui per maggiori informazioni.

Settore Artigianato: contributi alle imprese artigiane per la partecipazione a manifestazioni fieristiche ed esposizioni di carattere nazionale o internazionale sul territorio italiano.
Lo scopo è appunto quello di sostenere tali imprese in qualità di espositori in manifestazioni fieristiche.
L’importo stanziato dal bando è pari a 175.000 Euro. Le domande devono pervenire, da parte delle imprese artigiane piemontesi, entro e non oltre il 16 ottobre 2017.
Clicca qui per saperne di più.

Contributi a sostegno delle imprese artigiane piemontesi per la realizzazione e gestione di vetrine elettroniche di e-commerce su piattaforme internazionali.
Lo scopo della Regione è quello di sostenere e facilitare l’ingresso delle imprese artigiane piemontesi in piattaforme di e-commerce operanti a livello internazionale.
L’importo stanziato per tale progetto è di 50.000 Euro.
Le imprese artigiane piemontesi posso presentare domanda entro il 31 ottobre 2017, esclusivamente tramite PEC.
Clicca qui per saperne di più.

Settore Sport: domande di contributo ai sensi della L.R. 93/95 Misura 1.6 “Manifestazioni sportive di valenza regionale, nazionale e internazionale”.
Lo scopo della Regione è quello di sostenere tali manifestazioni sportive, e per questo ha messo a disposizione 250.000 Euro.
Il bando contiene l’elenco dei soggetti che possono beneficiare di tali contributi.
La domanda deve essere inoltrata mediante la compilazione dei “moduli di domanda” sottoscritti dal legale rappresentante, ed inviata obbligatoriamente tramite PEC.
La data di scadenza per l’invio delle domande è fissata per il 15 settembre 2017.
Clicca qui per maggiori informazioni.

Articoli Correlati

Oltregiogo

L’assessore Parigi riceve l’Oltregiogo per l’Unesco

Nel pomeriggio del 7 giugno scorso, l’Assessore regionale alla cultura, Antonella Parigi ha incontrato alcuni esponenti dell’Associazione Oltregiogo, il comune di Novi Ligure e quello di Basaluzzo per presentare “Tracce Liguri – Oltregiogo e Oltremare”, il progetto che ha l’obiettivo di lanciare la proprio candidatura Unesco per la valorizzazione delle tracce liguri nel patrimonio dell’Umanità, per la valorizzazione a rete delle risorse culturali urbane e territoriali e dell’internazionalità della cultura ligure.

«Ho cercato ed ottenuto che avvenisse questo incontro perché seguo il percorso di questa associazione da circa due anni, attraverso le iniziative ed i convegni internazionali che l’Associazione Oltregiogo ha organizzato; ritengo che possa essere una formidabile possibilità per puntare lo sguardo su un territorio, quello dell’appennino piemontese, che ha alte potenzialità.

È inutile negare la difficoltà dell’impresa, ottenere il riconoscimento Unesco sarà difficile; è un lavoro laborioso che dovrà trovare l’interesse del Ministero e della stessa Organizzazione mondiale me è pur vero che si parte da una base davvero buona: le ricerche accademiche effettuate negli anni e gli eventi organizzati – lo ha sostenuto anche l’Assessore Parigi – sono un punto di partenza importante. L’oggetto del riconoscimento immateriale è solido, le tracce liguri sono riconoscibili in larga parte dell’Europa e arrivano fino al Brasile, ma è evidente che gran parte delle possibilità di raggiungere il riconoscimento passerà per la creazione di un dossier inattaccabile. Ed è su questo che l’Assessore Parigi si è concentrata, mettendo a disposizione fin da subito un funzionario che seguirà dal punto di vista tecnico la pratica in questa fase preliminare».

Ritengo davvero importante lodare Dino Angelini, una persona che ha a cuore questa idea e che ha capito che qualsiasi obiettivo, specie se ambizioso come questo, si raggiunge facendo squadra; ha pertanto coinvolto 34 Comuni, alcuni sponsor davvero importanti: Elah Dufur Spa, McArthurGlen Serravalle Designer Outlet, Consorzio Tutela del Gavi, Amaretti Cavo e Villa Sparina e varie associazioni ed Enti nazionali ed internazionali.
Questo ritengo sia il modello giusto. Condividere al massimo l’obiettivo, allargare alla partecipazione di tante realtà diverse portatrici di un contributo originale e decisivo, e costruire una rete mista di Enti pubblici e partner privati che avranno la possibilità di beneficiare dell’eventuale successo dell’iniziativa. Se l’unità d’intenti rimarrà immutato lungo tutte le tappe del percorso, questo territorio potrà togliersi delle soddisfazioni».

Servirà lavoro di squadra e determinazione.
Sarà necessario remare tutti dalla stessa parte.
Occorreranno poche parole e molto lavoro.
Ma il primo passo l’abbiamo compiuto!

Walter Ottria

Articoli Correlati